Comincia con una sconfitta la Coppa Italia della Squadra D3

“Inizia di nuovo la Via Crucis per la salvezza”: recitava così il post pubblicato su Facebook da Matteo Reolon poco prima dell’inizio del match contro il Tc Polpet, esordio per il Tc Agordo dopo il riposo della prima giornata.

E mai post fu più profetico, almeno a giudicare dall’esito della prima tappa. Il primo singolare ha visto la vittoria (l’ennesima) di Capitan Flavio Colleselli contro Roberto dell’Olivo: parte forte il portacolori del Polpet, ma non abbastanza per impressionare Colleselli, che a suon di passanti punisce le troppe discese a rete dell’avversario e si aggiudica il primo parziale col punteggio di 6/3; a questo punto Dell’Olivo prova a mischiare le carte variando colpi e tattica, ma l’agordino non abbocca, gestisce con la consueta maestrìa e si aggiudica il secondo set 6/2; agordini avanti 1 a 0.

Il secondo singolare ha messo di fronte Marco Guadagnini al più quotato Matteo Pierobon (4.1): decisamente troppa la differenza tra i due, infatti il pontalpino incamera rapidamente il primo set (6/0); nel secondo, complice anche un piccolo infortunio dell’avversario, Guadagnini reagisce pareggiando i conti (6/2), ma il terzo set è di nuovo un monologo di Pierobon, che con un parziale di 6 giochi a 0 porta a casa il match ed il momentaneo pareggio della squadra di casa.

Nel terzo singolare fra Stefano De Col e Valentino Fracasso l’agordino parte bene, ma è un fuoco di paglia; sotto 1/3 infatti, Fracasso vince 5 giochi di fila e porta a casa il primo parziale; nel secondo set De Col prova una reazione d’orgoglio, ma non basta: 6/3 6/1 il risultato finale e Polpet avanti 2 a 1.

Nel doppio torna in campo Colleselli insieme a Matteo Reolon, ma la coppia Fracasso/Pierobon è troppo superiore: il duo agordino ci prova con le unghie e con i denti, ma finisce 6/0 6/2 per i pontalpini: cala il sipario, il TC Polpet si aggiudica il match 3 a 1 e tutti a rifocillarsi col pranzo offerto dai padroni di casa.

Delusione ma voglia di riscatto nelle parole di Capitan Colleselli: “Già dai sorteggi sapevamo che il girone era durissimo; abbiamo perso la prima, ora ne abbiamo davanti altre tre una più dura dell’altra, ma le affronteremo con la grinta e la determinazione che non ci hanno mai fatto difetto”. Sulla stessa lunghezza d’onda Stefano De Col: “E’ un girone durissimo in un campionato duro; oggi potevo fare qualcosa in più, non ho trovato profondità nei colpi e mi è mancata la serenità per gestire le situazioni; comunque è stata solo la prima battaglia, già da domenica saremo in campo con la solita grinta; dato che giochiamo in casa, speriamo anche di avere un po’ di pubblico che ci spinga un po’”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.